Mr. Evidence – Benvenuti nel Mulholland Institute

In occasione di Lucca Comics & Games sono state presentate molte novità in anteprima. Il fumetto di cui vogliamo parlarvi oggi ha proprio subito questo trattamento, abbiamo deciso però di aspettare il momento della sua uscita ufficiale per recensirlo come si deve. Senza ulteriore indugio, andiamo a parlare di Mr Evidence, uno dei nuovi titoli di Sergio Bonelli Editore che promette grandi emozioni!

La Trama

Benvenuti nel Mulholland Institute.

Il Mulholland Institute è una casa di cura per le persone con disturbi mentali, ma non i soliti. L’istituto cura persone con disturbi mentali particolari, più unici che rari, persone affette da diverse patologie, alcune delle quali fisiche e incurabili.

- PUBBLICITÀ -

Un luogo di riposo e cura che, secondo qualcuno, nasconde ben più di quello che lascia trasparire.

Floyd, uno dei pazienti dell’istituto, è convinto che gli stiano rubando i ricordi, ma è consapevole del fatto di non poterne parlare liberamente. Rivela i suoi pensieri solo a altri quattro pazienti dell’istituto, persone totalmente diverse da lui capaci di guardare la realtà secondo altre prospettive.

Adam Carver, alias Mr. None, un uomo incapace di mettere a posto i propri ricordi a causa del suo disturbo dipendente di personalità. La sua patologia non gli permette di avere suoi veri ricordi, ma lo dona di un’empatia estrema facendolo diventare incontrollatamente una qualsiasi persona gli stia vicino.

- PUBBLICITÀ -
L’incontro tra Floyd e gli altri personaggi. In sequenza: Mr. Pain, Mr. Truth, Mr None e Miss Nerve.

Alexandra Cuarón, alias Miss Nerve, affetta da una sindrome rarissima che non le fa sentire il dolore fisico. Questa sua patologia l’ha portata, nel tempo, a divenire completamente insensibile anche a livello emotivo. Lei è alla ricerca di stimoli sempre maggiori e, spera in cuor suo, che i sospetti di Floyd siano in grado di farle provare nuovamente un’emozione.

Philipp Weber II, alias Mr. Pain, è un uomo che conosce il dolore meglio di chiunque altro perché affetto da Harlequin Ichthyosis, una mutazione genetica che porta la persona a squamarsi con delle piaghe. Il dolore che prova è attenuato dagli antidolorifici e dalle bande con le quali ricopre tutto il suo corpo. Capisce e legge il dolore altrui come se fosse proprio e, grazie a questo, si relaziona con gli altri.

Frederick Foster, alias Mr. Truth, è un paziente dotato di una mente analitica causata dal suo disturbo ossessivo-compulsivo. Desidera mettere in ordine il mondo e ha la necessità di dare dei nomi a qualsiasi persona, oggetto o emozione partendo dal prefisso di Mr. o Miss.

Questo strano gruppo di persone cercherà di venire a capo dei segreti del Mulholland Institute, ma per farlo c’è bisogno di prove o, come direbbe Frederick, Mr. Evidence.

Il Team Creativo

Adriano Barone (non perdetevi la nostra intervista, sempre qui, alle 18) e Fabio Guaglione sono i due sceneggiatori di questo fumetto. Il lavoro di ricerca svolto dai due è incredibile, così come la loro capacità di far trasparire l’umanità degli occupanti del Mulholland Institute.

Lo sguardo indagatore di Mr. Truth.

La trama che viene, purtroppo, solamente accennata incuriosisce il lettore, che viene però rapito completamente dai dialoghi taglienti e ricercati.

Fabrizio Des Dorides è l’artista di questo albo. Il suo talento risplende nei primi piani, specialmente negli sguardi dei diversi personaggi. Il suo tratto convoglia le emozioni dei protagonisti di questa storie in maniera sublime, inoltre, la scrupolosità nei dettagli evidenzia le diverse personalità degli ospiti del Mulholland Institute.

Follia o calcolo estremo?

Mr. Evidence è un progetto audacemente folle, frutto di un calcolo estremo dei due sceneggiatori. Un thriller psicologico e investigativo il cui maggior punto di forza è la caratterizzazione dei personaggi. I protagonisti così danneggiati, con patologie così forti, rendono la lettura “poco digeribile”, perché in alcuni momenti si tende a empatizzare molto con loro.

Un altro particolare sul quale ci vogliamo soffermare, è la presenza di moltissimi possibili indizi sugli sviluppi futuri. Proprio questo ci ha portato a leggere più volte il volume alla ricerca di significati e momenti particolari, capaci di fornire dettagli su questa storia.

Continuate a seguirci su Nerdpool.it per rimanere aggiornati sul mondo del Fumetto!

I più letti

Bad Boys 4: Ride or Die – ci sono scene post-credits?

Sono passati quasi trent’anni dall’esordio su schermo dei due...

Inside Out 2: c’è una scena post-credit?

Inside Out 2 ci riporta nel cervello di Riley,...

House of the Dragon: quante stagioni ci saranno?

HBO starebbe definendo i piani per il futuro di...

Chicago P.D. rinnovato per la stagione 12, ecco tutto quello che sappiamo

Il dramma poliziesco Chicago P.D. ha appena concluso la...

Jujutsu Kaisen Stagione 3: uscita, novità e tutto quello che sappiamo

Dopo una stagione 2 ricca di azione, ecco cosa...
spot_img
Correlati
spot_img
Mr. Evidence è un’opera molto complessa, capace di trasportare il lettore in maniera inaspettata. I personaggi sono il maggior punto di forza di una storia appena accennata, ma che promette di diventare sempre più grande e appassionante.Mr. Evidence - Benvenuti nel Mulholland Institute