IN EVIDENZA

Marvel: è tornato il Wolverine più oscuro di sempre su IRON MAN 2020 #1

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
197FollowerSegui

ATTENZIONE: il seguente articolo contiene spoiler su Iron Man 2020 #1 di Dan Slott, Christos Gage e Pete Woods, in vendita ora.

Marvel ha appena iniziato a pubblicare l’evento Iron Man 2020, in cui il fratello di Tony Stark, Arno Stark, indossa il costume del Vendicatore in armatura. Arno si è già imbattuto in un Tony ancora più narcisista del solito, ma mosso da buone intenzioni. Arno è ossessionato dal voler fermare una creatura chiamata l’Entità Estinzione, desiderosa di consumare la Terra. E se non bastasse, deve anche affrontare la Ribellione dei Robot.

Le Intelligenze Artificiali sono stanche di essere trattate in malo modo dagli umani, perciò si stanno unendo in tutto l’Universo Marvel per ribellarsi. Uno dei generali di questa rivoluzione è Aaron Stack, Machine Man. Dopo aver liberato un robot da una vita di servitù, Machine Man lo porta al Tredicesimo Piano, un nascondiglio segreto dei robot. Una sorta di locale per robot e rifugio allo stesso tempo.

Questo robot nota sin da subito le celebrità presenti nel locale, da Quasimodo al robot dei Fantastici Quattro H.E.R.B.I.E. Tra tutti, spicca un personaggio: Albert, l’ormai dimenticato clone robotico di Wolverine.

ECCO A VOI ALBERT, LA VERSIONE ROBOTICA DI WOLVERINE

Wolverine si è fatto molti nemici nel corso della sua vita. Uno in particolare, Donald Pierce, aveva cercato di attaccare Logan, creando un suo clone robotico, chiamato Albert. Visto che Pierce e i suoi Reavers sono umani potenziati con innesti cibernetici, sembra sensato utilizzare un altro robot per uccidere Wolverine.

Creato da Larry Hama e Marc Silvestri, Albert ha debuttato su in Wolverine #37 del 1991 e agiva con un androide donna, chiamato Elsie Dee. Elsie, con le sue sembianze da normale ragazzina, doveva attirare Wolverine, per far poi esplodere una bomba dentro di lei. E’ proprio Elsie a dare il nome al robot come omaggio ad Albert Einstein.

Quando la Marvel ha riportato Wolverine in vita, ha lanciato quattro miniserie intitolate Hunt for Wolverine per esplorare la vicenda. In Hunt for Wolverine: Weapon Lost Daredevil, con una squadra composta da Misty Knight, il detective Inumano Frank McGee e il mutante Cypher, doveva investigare sul suo ritorno.

La loro ricerca li aveva portati a Saskatchewan, in Canada, in cui avevano trovato, e sottomesso, Albert. Quando Cypher cercò di curare Albert con i suoi poteri mutanti, il robot chiese subito dove fosse Elsie Dee. Forse potrebbe essere ancora in vita.

Per ora Albert ha fatto solo un piccolo cameo su Iron Man 2020 #1, ma potrebbe avere un ruolo maggiore in una miniserie dell’evento. Alla fine dell’albo è presente una checklist di Iron Man 2020, che rivela una serie di due numeri chiamata iWolverine, mai annunciata dalla Marvel. iWolverine #1 uscirà dopo Iron Man 2020 #5, penultimo numero dell’evento, mentre il secondo numero uscirà dopo la conclusione di Iron Man 2020.

Alla fine, potremmo vedere Albert in un nuovo ruolo all’interno dell’Universo Marvel. Oltre a Wolverine abbiamo già X-23, Gabby e Daken, ma c’è sempre spazio per un nuovo membro di questa famiglia.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo Marvel Comics.

ARGOMENTI CORRELATI

VIA:cbr

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
197FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI