Diario di una guerriera single – Recensione

Un nuovo manga autobiografico di Kabi Nagata giunge in Italia. Parliamo di Diario di una guerriera single Il mio matrimonio con me stessa edito da J-POP Manga, editore delle altre opere di questa autrice che si apre al pubblico con disarmante sincerità. Scopriamo insieme questo suo nuovo volume!

Una guerriera in cerca dell’amore

Come anticipato sul finale di La mia fuga alcolica, Kabi Nagata voleva dedicare il suo successivo volume al tema dell’amore e della solitudine. L’occasione di una riflessione giunge all’inizio di Diario di una guerriera single quando Kabi viene invitata al matrimonio di un’amica. Decide di volersi sposare, anche se non sta con nessuno ed è poco pratica dell’amore. Forse può almeno provare l’esperienza di indossare l’abito bianco e farsi delle foto come se si stesse per sposare, ma sarà davvero uguale? E trovare l’anima gemella nel mondo di app e social è una realtà oppure semplice utopia?

- PUBBLICITÀ -

Da qui inizia il percorso nel raccontare la sua ricerca dell’amore e le riflessioni legate ad esso. La difficoltà nel relazionarsi con le altre persone sia dal vivo che negli spazi virtuali come dating app. Trova difficile creare un contatto con persone sconosciute anche per dei traumi subiti da bambina che l’hanno portata ad avere paura dell’altro e vedere solo aspetti negativi e problematici delle relazioni.

Diario di una guerriera single

Per Kabi Nagata, come spesso anche per noi, diventa difficile collegare la realtà alle canzoni o ai libri che parlano di amore. Basta vedere i rapporti di chi ci è vicino, i nostri genitori, i divorzi e i problemi che amore e matrimonio creano. Nelle molte opere che fruiamo invece tutto viene idealizzato e celebrato in maniera difficile da comprendere e “accettare”. Esistono però storie felici, quelle che l’autrice legge su internet o vede nei suoi amici che trovano l’amore e desidera per lei stessa tutto questo.

Diario di una guerriera single, un nuovo tassello nel percorso di Kabi Nagata

Diario di una guerriera single però mostra anche come bisogna conoscere e accettare se stessi prima ancora di pensare all’amore. Kabi Nagata si trova a pensare al suo genere e orientamento sessuale, le sue esperienze, raccontate nei volumi precedenti, con le donne e perché si sente attratta da loro. Si trova però difronte a degli ostacoli che servono per identificare “il tipo di persona che ci piace”. Ostacoli e domande alle quali non è facile dare una risposta diretta e sicura. Anzi, l’autrice chiede a se stessa, e forse anche a chi la legge, se è necessario superare questi ostacoli o bisogna distruggerli come le etichette che spesso creano non unione ma divisione.

- PUBBLICITÀ -
Diario di una guerriera single

All’amore si aggiungono infatti pressioni sociali e familiari, i genitori e i desideri di vedere un figlio, e in particolare una figlia, sposato e con prole. Questioni comuni in Giappone e che rendono come sempre l’opera di Kabi Nagata comune a molti lettori. Per me in questo volume, forse vista la complessità delle situazioni molto personali e legati in modo profondo al suo vissuto, l’autrice tocca meno corde che mi hanno colpito nei precedenti. Sono rimasta meno emozionata anche se racconta situazioni a me vicine e con il suo stile particolare con anche situazioni divertenti e assolutamente normali.

Si tratta però di un mio limite, e che nulla toglie a Diario di una guerriera single, alle sue riflessioni e messaggi che manga. In particolare l’accettazione di se stessi prima ancora di aprirsi ad un’altra persona e il trovare la felicità anche da soli e nelle piccole cose come l’autrice sta cercando di fare nel suo percorso che racconta in forma manga con spontaneità e sincerità. E sono certa che abbia ancora molto da raccontare e, come altri suoi fan, rimango in attesa di leggere molto altro di suo e ritrovarmi ancora in quello che racconta.

Diario di una guerriera single

Ringraziamo la casa editrice J-POP Manga per averci fornito una copia del volume per poterlo recensire. Vi ricordiamo le nostra recensioni dei precedenti volumi di Kabi Nagata: La mia prima volta, Lettere a me stessa, La mia fuga alcolica. Qual è il vostro volume preferito di questa mangaka? E vi è piaciuto Diario di una guerriera single? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguire Nerd Pool per essere sempre aggiornati sui vostri manga e anime preferiti!

I più letti

Anteprima Panini 394 è online: ecco tutti i dettagli e il PDF!

Finalmente ci siamo! Anteprima 394 è online! Possiamo finalmente...

Bad Boys 4: Ride or Die – ci sono scene post-credits?

Sono passati quasi trent’anni dall’esordio su schermo dei due...

Bridgerton 3: la recensione della seconda parte

É disponibile da oggi, su Netflix, la seconda parte della...

The Boys Stagione 4: Chi è il nuovo Black Noir?

Anche se sono passati due anni dalla conclusione della...

Jujutsu Kaisen Stagione 3: uscita, novità e tutto quello che sappiamo

Dopo una stagione 2 ricca di azione, ecco cosa...
spot_img
Correlati
spot_img
Un nuovo volume di Kabi Nagata è uscito per J-POP Manga. Diario di una guerriera single parte dal matrimonio di un'amica e pone l'autrice a riflettere sull'amore e i rapporti, ad indagare le sue difficoltà a relazionarsi con gli altri e cosa ricerca in un partner. Ma facendo ciò si renderà anche conto di dover imparare ad amare di più se stessa e a cercare la sua felicità e non quella che vogliono i genitori o la società. In questo volume l'autrice come nei precedenti discute di temi universali e nei quali molti si possono riconoscere e ritrovare. Con sincerità e spontaneità, aprendosi a chi la legge tra vignette divertenti e altre più serie, Kabi Nagata ci mostra la sua visione dell'amore, delle etichette inutili e di come ha trovato la sua strada - ma sappiamo anche che può ancora raccontarci molto e siamo pronti in attesa che lo faccia Diario di una guerriera single - Recensione