Harry Potter: Una scena eliminata dimostra che il più grande nemico dei Serpeverde era Gazza

spot_img

L’universo di Harry Potter ha dimostrato che anche i personaggi non considerati cattivi possono comunque avere una vena di cattiveria. Il miglior esempio è Argus Gazza, che è stato il custode di Hogwarts per decenni. In quel periodo, Gazza fu presente a molti eventi importanti, come il risveglio del Basilisco e la Battaglia di Hogwarts. Ma a prescindere dal conflitto, Gazza ha sempre avuto un atteggiamento scontroso che lo ha reso tristemente famoso tra gli studenti della scuola. Anche se non era un cattivo, era probabilmente la cosa che più gli si avvicinava per la maggior parte dei giovani studenti durante la loro permanenza a scuola.

Gazza era un bambino nato da genitori magici che non possedeva alcuna magia. Conosciuto come un Magonò, era una cosa che infastidiva profondamente Gazza. Ma anche senza magia, gli fu mostrato uguale rispetto e gli fu data la possibilità di essere il custode di Hogwarts. Mentre era lì, rese subito evidente che non aveva alcuna cura o interesse per la felicità degli studenti di Hogwarts, e nessuna Casa lo sentiva più dei Serpeverde. Pur non essendo tutti malvagi, erano al centro della rabbia di Gazza e una scena eliminata di Harry Potter e i Doni della Morte Parte II ha dimostrato che era il più grande nemico della Casa.

I Serpeverde hanno sempre avuto una cattiva reputazione a Hogwarts

Nel corso dei secoli, la Casa Serpeverde ha sempre goduto di una reputazione tutt’altro che positiva quando si trattava di popolarità tra le altre Case. Questa idea è nata già agli inizi, con i quattro fondatori di Hogwarts. Non era un segreto che Salazar Serpeverde fosse irremovibile sul fatto che la magia dovesse essere eseguita da maghi di sangue puro, e spesso faceva sentire la sua voce. Fu lui a collocare il Basilisco nei livelli inferiori della scuola. Da allora, i maghi purosangue sono stati smistati nella scuola e molti di loro condividono le stesse convinzioni sulla loro superiorità rispetto agli altri tipi di maghi.

Anche se non tutti i Serpeverde erano cattivi, come Horace Lumacorno o Severus Piton, molti erano convinti di dover essere il mago superiore a tutti gli altri. Questo senso di orgoglio permeava la Casa Serpeverde e corrompeva persino la mente di Draco Malfoy, che alla fine trovò questo modo di pensare non adatto a lui. Tuttavia, prima che Malfoy rinsavisse, lui e i suoi amici furono uno dei tanti Serpeverde che perpetrarono la reputazione non proprio eccellente dei Serpeverde e divennero una spina nel fianco di Gazza.

Gazza e i Serpeverde hanno avuto una leggendaria faida



Malfoy era il principale Serpeverde che sembrava sempre incrociare la strada con il signor Gazza. Questo fu evidente quando cercò spesso di mettere nei guai Harry Potter durante i primi anni di scuola. Il primo esempio è stato quello di Harry Potter e la Pietra Filosofale, quando Malfoy ha tentato di superare in astuzia Gazza per mettere in punizione Harry e i suoi amici. Tuttavia, i due ebbero un incontro più personale in Harry Potter e il Principe Mezzosangue, quando Malfoy fu sorpreso mentre cercava di intrufolarsi alla festa di Lumacorno. A rendere ancora più grave questo incontro fu il fatto che avvenne un anno dopo che i due avevano lavorato insieme per catturare l’Esercito di Silente in Harry Potter e l’Ordine della Fenice. Questo dimostrava che Gazza poteva lavorare con i Serpeverde, ma che questi si sarebbero rivoltati altrettanto rapidamente contro di lui, perché non c’era amore tra Gazza e gli studenti di Hogwarts.

Uno dei casi più spaventosi tra Serpeverde e Gazza si verificò in Harry Potter e la Camera dei Segreti, quando la sua gatta, fu trovata pietrificata dal Basilisco. Sebbene Gazza giurasse di vendicarsi di chiunque fosse responsabile, il suo vero nemico era Tom Riddle e il Basilisco, entrambi legati ai Serpeverde. Questo dimostra che, pur non avendo preso di mira specificamente la Casa in quel momento, erano comunque responsabili della sua esperienza emotivamente più traumatica. Alla fine, grazie a un breve momento prima della Battaglia di Hogwarts, Gazza riuscì a vendicarsi della Casa di Serpeverde per anni di mal di testa.

In una scena eliminata di Harry Potter e i Doni della Morte Parte II, a Gazza viene ordinato di rinchiudere gli studenti Serpeverde rimasti nelle segrete, cosa che fa con piacere. È probabile che la sua felicità per l’ordine sarebbe arrivata a prescindere dalla Casa, ma anche Gazza sapeva che i Serpeverde non erano buoni e che, con tanti di loro schierati con Voldemort, rinchiuderli era la cosa migliore. Purtroppo, la vittoria è stata di breve durata, poiché un’esplosione ha liberato gli studenti, che sono stati quasi calpestati da Gazza in un momento comico. In definitiva, la scena sarebbe stata divertente da vedere nel film, anche se avrebbe potuto rallentarne lo slancio, perché mostrava che Gazza aveva finalmente ottenuto una vittoria, anche se breve.

Gazza potrebbe superare qualsiasi Serpeverde, anche senza magia

Sebbene Gazza abbia fallito nel tentativo di trattenere i Serpeverde nella Battaglia di Hogwarts, c’è molto da dire sulla sua capacità di trattenere un’intera Casa di maghi e streghe senza magia. Realisticamente, se c’era un momento in cui questi studenti potevano vendicarsi del mago, era durante la battaglia. Il loro numero da solo avrebbe potuto offrire incantesimi che avrebbero incapacitato Gazza prima che potesse tentare di difendersi. Eppure, per qualche motivo, egli tenne in riga tutti gli studenti con una semplice smorfia e la devozione al suo dovere. Il risultato è stato un piccolo promemoria del motivo per cui era stato il custode per così tanti decenni.

Argus Gazza conosceva ogni angolo di Hogwarts e lo usava a suo vantaggio ogni volta che poteva. Riusciva a prendere di sorpresa gli studenti prima che se ne accorgessero e si godeva lo sguardo di terrore degli studenti quando riusciva a trovarli. Gazza riusciva anche a evocare abbastanza paura da rendere i giovani studenti spesso impotenti contro di lui, anche se conoscevano un incantesimo debilitante. Alla fine, Gazza non aveva forse i poteri per contrastare gente come la Casa Serpeverde, ma con la sua astuzia e ingenuità dimostrò di poter superare in astuzia quasi tutti gli studenti negligenti.

spot_img

COMMENTA LA NOTIZIA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

CORRELATI