Star Wars: Ahsoka continua ufficialmente l’eredità degli Skywalker 4 anni dopo la fine della saga

Ahsoka si apre con il tipo di striscia tipicamente associata alla saga degli Skywalker di Star Wars - ma dovrebbe essere considerata davvero una Skywalker?

Ahsoka continua l’eredità degli Skywalker, quattro anni dopo che la Lucasfilm ha concluso la saga degli Skywalker. L’episodio 1 di Ahsoka si è aperto in grande stile, con il ritorno dell’iconico crawl (il testo che scorre) iniziale di Star Wars. C’è un’ottima ragione per cui Ahsoka ha riportato il crawl, che non si vedeva da Star Wars: L’ascesa di Skywalker, uscito nel 2019, e che Kathleen Kennedy, capo della Lucasfilm, insisteva che fosse riservato solo ai film. Ciò significa che questa particolare serie televisiva di Disney+ è importante, con un forte legame con la saga degli Skywalker.

In un certo senso questo non dovrebbe essere una sorpresa. Ahsoka Tano è l’ex apprendista di Anakin Skywalker, quindi fa parte dell’eredità degli Skywalker tanto quanto Luke e Leia. Anzi, si può addirittura sostenere che Ahsoka dovrebbe essere considerata una Skywalker a tutti gli effetti, anche perché Star Wars ha ridefinito il significato di questo termine negli ultimi anni.

Ahsoka è stata la padawan di Anakin Skywalker (e ha superato il suo maestro)

Anakin Skywalker fu nominato cavaliere poco dopo l’inizio delle Guerre dei Cloni, con la Battaglia di Geonosis – vista in Star Wars: Episodio II – L’attacco dei cloni. Poco dopo, Yoda fece in modo che prendesse un apprendista. In realtà, Yoda lo immaginava come una sorta di momento di insegnamento, perché credeva che un Padawan avrebbe aiutato Anakin a trovare l’equilibrio. Purtroppo si sbagliava. Eppure, per quanto sia così, la Padawan di Anakin, Ahsoka, trovò l’equilibrio che non avrebbe raggiunto fino al momento della sua morte.

Per quanto simili nel carattere, Ahsoka superò la più grande debolezza di Anakin:l’incapacità di distaccarsi dai legami. Laddove Anakin si trovò stretto tra due legami contrastanti – l’amore per la moglie Padmé e la dedizione all’Ordine Jedi, che lo spingevano in direzioni diverse – Ahsoka fu in grado di allontanarsi. Imparò dal suo maestro e poi lo superò, lasciando i Jedi e diventando un agente di equilibrio con il passare degli anni. Ha persino assunto il nome in codice “Fulcrum“, una parola che indica l’equilibrio tra luce e oscurità.

Tutto ciò significa che Ahsoka rappresenta il meglio di Anakin Skywalker. Anche se ha “abbandonato” Anakin, Ahsoka rimane l’incarnazione del suo più grande successo: il fatto che sia riuscito ad addestrare una Padawan così bene da non condividere le mancanze del suo maestro. Questo significa essenzialmente che è Ahsoka è una versione di Anakin che non ha mai abbracciato il lato oscuro, continuando a sostenere la luce anche nei momenti in cui il lato oscuro era dominante.

Star Wars ha ridefinito il significato di essere uno Skywalker

Star Wars ha ridefinito il significato di essere uno Skywalker, il che significa che Ahsoka è ancora più parte di quell’eredità che mai. In Star Wars: L’ascesa degli Skywalker, Rey ha rivendicato questo nome per sé. The Art of Star Wars: The Rise of Skywalker rivela che questo particolare colpo di scena era stato pianificato fin dall’inizio, perché include un resoconto di una riunione del Lucasfilm Story Group tenutasi prima ancora dell’inizio dei sequel. “Mi piace l’idea che sarà la nostra Skywalker, ma non è una Skywalker”, ha osservato Pablo Hidalgo della Lucasfilm. “Poi, per i nostri scopi, ‘lo Skywalker’ è davvero una metafora. Non deve essere necessariamente qualcosa di direttamente collegato al sangue”.

Secondo questa definizione, essere uno Skywalker significa essere un agente di equilibrio. Ci sono stati molti Jedi che hanno svolto questa funzione nel corso dei secoli, forse risalendo allo stesso Primo Jedi, fondatore dell’intero ordine. Secondo questa interpretazione, quindi, Ahsoka stessa è una Skywalker.

Gli episodi 1 e 2 di Ahsoka contengono diversi indizi che indicano che si tratta di una Jedi un po’ anticonvenzionale, che si avvicina al lato oscuro ma non lo abbraccia. Utilizza il potere della psicometria, un potere intriso di lato oscuro che le permette di sperimentare le emozioni del passato. Accenna di aver usato una sonda mentale del lato oscuro su Morgan, scoprendo la posizione di un’antica mappa stellare. Eppure, nonostante tutto, Ahsoka è una chiara paladina della luce.

Tutto ciò rende la decisione di dare ad Ahsoka, nell’episodio 1, la classica intro dei film di Star Wars ancora più azzeccata. Questo personaggio non è solo un altro Jedi: è una parte fondamentale dell’eredità di Anakin Skywalker, che ha lo stesso ruolo che lui era destinato a svolgere nella galassia.

Ci sono persino prove che lo stesso Hayden Christensen tornerà in Ahsoka, presumibilmente come fantasma della Forza che offre parole di saggezza alla sua ex padawan. Il crawl indica l’importanza di questa serie TV Disney+ e il significato della stessa Ahsoka Tano. La saga degli Skywalker può essere finita, ma l’eredità continua a vivere.

LEGGI ANCHE:

Cosa pensate? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguirci per non perdervi tutti gli approfondimenti legati a Star Wars! E non dimenticate di iscrivervi al nostro gruppo Facebook dedicato alle serie tv e al cinema e alla galassia lontana lontana di Star Wars.

FONTESR

CORRELATI