The Nice House on the Lake Vol. 2 – Recensione

Una delle letture che ci aveva più colpiti lo scorso anno torna con la sua conclusione! Stiamo parlando di The Nice House on the Lake, opera di uno degli autori più prolifici e premiati degli ultimi anni, James Tynion IV, coadiuvato ai disegni da Álvaro Martìnez Bueno e con i colori di Jordie Bellaire. Il volume, cartonato, è pubblicato da Panini Comics.

Perdita

La scoperta di un luogo nei meandri del lago ha portato alla scoperta di incredibili segreti. Le persone ospitate in quella sorta di dimensione sono, in realtà, tredici e non dodici come Walter aveva lasciato credere ai suoi amici. Nonostante questo, tutto sembra tornare a una sorta di normalità ma, in realtà, gli abitanti della casa sono cambiati. Nessuno di loro ricorda cosa sia avvenuto recentemente, così cominciano una nuova vita all’interno della grande casa. Walter cambia anche il suo approccio nei confronti dei ragazzi, ma nonostante questa ritrovata normalità qualcosa non va come dovrebbe. Norah è intrappolata esattamente come gli altri, ma lei riesce a ricordare qualcosa che nessun altro pare sapere.

0

Il re del thriller a fumetti

James Tynion IV è, secondo noi, il re del thriller psicologico a fumetti occidentale. L’autore americano riesce a far sentire tutta la gravità della situazione al lettore, inoltre si nota come i conflitti, spesso sottili e silenti, tra i diversi amici e Walter portino sempre più gravità a questa storia dai contorni drammatici e, in parte, fantascientifici. Una caratteristica importante di questa serie è come l’autore inserisca, in maniera più marcata rispetto alle altre sue serie, parte del suo vissuto all’interno delle relazioni tra i personaggi.L’arte di Álvaro Martìnez Bueno è, come già ammirato nel volume precedente, una gioia per gli occhi. Qui si diverte con nuove costruzioni e nuove aree mentre esplora nuove espressioni facciali e dipinge nuovi, incredibili, e scioccanti, momenti. La potenza e l’emozione che infonde nei visi dei protagonisti aumenta ancora di più le emozioni del lettore, specialmente quando mostra la paura e lo stupore.

Domande e risposte

La potenza dei thriller psicologici è, solitamente, quella di continuare a porre domande al lettore, ma rispondendo al tempo stesso solo ad alcune di esse. James Tynion IV è un vero maestro in questo, a ogni capitolo del volume vi ritroverete con nuovi quesiti e nuovi dubbi riguardo al mondo e ai personaggi. Staccarsi dalla lettura è quasi impossibile finché non si è giunti alla fine. Colpi di scena e trovate inaspettate portano il lettore alla rilettura per riuscire a scoprire quali altri segreti si sono persi durante la prima scoperta di questo titolo.

Continuate a seguirci su Nerdpool.it per rimanere aggiornati sul mondo del Fumetto!

Il secondo volume di The Nice House on the Lake è speciale tanto quanto il primo. Personaggi ben definiti, colpi di scena inaspettati e ottima arte sono le tre caratteristiche che rendono questa serie una gemma nel panorama fumettistico americano. Assolutamente da leggere per tutti gli amanti dei thriller psicologici, consigliatissima agli amanti dell’horror.

CORRELATI

Il secondo volume di The Nice House on the Lake è speciale tanto quanto il primo. Personaggi ben definiti, colpi di scena inaspettati e ottima arte sono le tre caratteristiche che rendono questa serie una gemma nel panorama fumettistico americano. Assolutamente da leggere per tutti gli amanti dei thriller psicologici, consigliatissima agli amanti dell’horror.The Nice House on the Lake Vol. 2 - Recensione