IN EVIDENZA

Joker, le polemiche delle ultime ore sulla violenza del film e il comunicato di Warner Bros.

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
196FollowerSegui

Nelle ultime ore Joker, il film di Todd Phillips con protagonista Joaquin Phoenix, è al centro di alcune polemiche per la violenza presente nella pelllicola. Warner Bros. ha deciso di rompere il silenzio con un comunicato stampa per fare chiarezza.

Fin dall’inizio sapevamo che Joker sarebbe stato un film violento, ma dopo la lettera delle vittime della sparatoria di Aurora che hanno inviato ai responsabili della Warner Bros. per chiedere di sostenere l’approvazione di nuove leggi riguardanti la vendita di armi durante il tour promozionale, la situazione è diventata più calda, alimentando anche alcune polemiche.

Come purtroppo sappiamo, nel 2012, durante la proiezione de Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno, un ex studente di neuroscienze di 24 anni, James Holmes aprì il fuoco al 16th Century Movie Theater, cinema di Aurora, sobborgo alla periferia di Denver (Colorado). Nella sparatoria furono colpite 70 persone, 12 morirono (tra cui diversi bambini e alcuni membri dell’esercito statunitense) e 58 vennero ferite. L’uomo entrò nella sala durante la proiezione urlando “I’m Joker, I’m Joker!” , tanto che molti pensarano inizialmente ad una trovata pubblicitaria.

La lettera

Sandy e Lonnie Phillips, genitori della ventiquatrenne Jessica Ghawi che ha perso la vita in quel maledetto giorno; Theresa Hoover che ha perso il figlio diciottenne; Alexander J. Boik, Heather Dearman, la cui cugina ha perso la figlia di sei anni ed uno in grembo, e Tiina Coon il cui figlio è stato un testimone della sparatoria, hanno scritto e firmato una lettera alla Warner Bros.

Quando abbiamo scoperto che la Warner Bros. stava per distribuire un film chiamato Joker che presenta il personaggio come protagonista e con una storia dedicata alle sue origini con un approccio comprensivo, ci ha fatto riflettere. Vogliamo essere chiari che sosteniamo il vostro diritto di libertà di parola ed espressione. Ma chiunque abbia mai visto un cinecomic può dirvi: da un grande potere derivano grandi responsabilità. Proprio per questo vi chiediamo di usare la vostra grande piattaforma e influenza per unirvi a noi per lottare con lo scopo di costruire delle comunità più sicure con meno armi. Società importanti come Warner Brothers hanno la responsabilità di agire. Speriamo certamente che lo farete

La lettera chiede chiaramente ai vertici che i vertici della Warner Bros. non finanzino più candidati che accettano donazioni dall’NRA e votino contro la riforma delle leggi sulla vendita di armi perché stanno mettendo a rischio gli spettatori e i dipendenti dello studio. Inoltre chiedono di sostenere in modo attivo la riforma delle leggi, e a contribuire alle raccolte fondi a favore dei programmi che aiutano i sopravvissuti alle sparatorie e a ridurre la violenza nelle comunità.

Il comunicato di Warner Bros.

Warner Bros. ha risposto con un comunicato alla lettera e alle polemiche di queste ore:

L’uso delle armi nella nostra società è un problema grave, estendiamo perciò tutto il nostro supporto ed affetto a tutte le persone ed alle famiglie di coloro che sono stati colpiti da queste tragedie. La nostra compagnia ha una lunga storia fatta di donazioni alle vittime della violenza delle armi, incluse quelle di Aurora.

La Warner ha poi sottolineato che nelle ultime settimane, la major, si è unita ad altre compagnie per fare pressione sulle forze politiche riguardo a questa situazione. Inoltre ha precisato che:

Né il personaggio di Joker, né il suo film, intendono supportare alcun tipo di violenza. Non è intenzione dello studio, del regista, o del film rendere questo personaggio un eroe”. 

Le parole di Todd Phillips e Joaquin Phoenix

Joauin Phoenix ha di recente anche abbandonato un’intervista in seguito ad alcune domande scomode. Nelle ore seguenti ha voluto parlare, insieme al regista, della questione violenza nella pellicola del Joker e del fatto che chi lo guarderà deve avere il buon senso di capire che non deve essere emulato il personaggio:

Beh, penso che, la maggior parte di noi, riesca a capire la differenza tra ciò che è giusto e sbagliato. Le persone a volte fraintendono i testi della canzoni, i passi dei libri. Quindi non penso che sia responsabilità di un regista insegnare al pubblico la moralità o la differenza tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Voglio dire, personalmente, penso che sia ovvio.

L’attore ha poi concluso affermando che a scatenare certe reazioni in persone instabili non sono per forza i film:

Penso che se qualcuno soffre di quel disturbo emotivo, allora può trovare la causa scatenante in ogni cosa. In realtà non penso che una persona possa funzionare in quel modo. La verità è che non sai quale potrebbe essere la causa scatenante di una determinata reazione per una persona instabile

Todd Phillips ha rafforzato il concetto con queste parole:

Penso che siano stati scritti un sacco di pezzi da persone che affermano, con orgoglio, di non aver visto il film e che non intendono vederlo. Dico solo che se volete, potete guardare il film con una mente aperta. Il film è una dichiarazione alla mancanza d’amore, a un trauma infantile, a un’assenza di compassione nel mondo. Penso che le persone riescano a gestire questo messaggio

Insomma, la questione è delicata, ma al momento non fa altro che creare ulteriore attesa per l’uscita del film. Pellicola che Warner Bros. ha comunicato che “… non sarà proiettato al cinema Cinemark Aurora dove nel 2012 si è consumata la tragedia della sparatoria nel mentre della proiezione de Il Cavaliere Oscuro: Il ritorno, dove rimasero uccise 12 persone e ferite 70.” Deadline ha precisato che la decisione è stata presa di comune accordo sia dallo studio che dal Cinemark Aurora.

Joker: Joaquin Phoenix warner bros todd phillips

La sinossi di Joker

Joker, che arriverà nelle sale italiane a partire dal prossimo 3 ottobre. È incentrato sulla figura dell’iconico villain ed è uno standalone originale, diverso da qualsiasi altro film tratto dai comics apparso sul grande schermo fino ad ora. L’esplorazione di Phillips su Arthur Fleck (Phoenix), un uomo profondamente turbato e ignorato dalla società, non è soltanto uno studio crudo e affascinante del personaggio, ma una storia più ampia che si prefigge di lasciare un insegnamento, un monito.

Il cast

Il tre volte candidato all’Oscar Joaquin Phoenix (“The Master”, “Quando l’amore brucia l’anima”, “Il Gladiatore”) è il protagonista del film al fianco del premio Oscar® Robert De Niro (“Toro scatenato”, “Il Padrino – Parte II”) nei panni di Franklin. Fanno parte del cast anche Zazie Beetz (“Deadpool 2”), Frances Conroy (le serie TV “American Horror Story”, “Castle Rock” di Hulu), Marc Maron (le serie TV “Maron”, “GLOW”), Bill Camp (“Red Sparrow”, ” Molly’s Game”), Glenn Fleshler (le serie TV “Billions”, “Barry”), Shea Whigham (“First Man – Il primo uomo”, “Kong: Skull Island”), Brett Cullen (“42 – La vera storia di una leggenda americana”, “Narcos” di Netflix), Douglas Hodge (“Red Sparrow”, “Penny Dreadful” in TV) e Josh Pais (l’imminente “Motherless Brooklyn”, “Insospettabili sospetti”).

Il candidato all’Oscar® Phillips (“Borat”, la trilogia di “Una notte da leoni”) dirige il film da una sceneggiatura che ha scritto insieme all’autore candidato all’Oscar® Scott Silver (“The Fighter”), basato sui personaggi di DC. Il film è prodotto da Phillips e dal candidato all’Oscar® Bradley Cooper (“A Star Is Born”, “American Sniper”) con la loro Joint Effort, e dalla nominata all’Oscar® Emma Tillinger Koskoff (“The Wolf of Wall Street”). I produttori esecutivi sono Michael E. Uslan, Walter Hamada, Aaron L. Gilbert, Joseph Garner, Richard Baratta e Bruce Berman.

Dietro le quinte, Phillips è stato affiancato dal direttore della fotografia Lawrence Sher (“Godzilla II King of the Monsters”; la trilogia di “Una notte da leoni”), lo scenografo Mark Friedberg (“Selma – La strada per la libertà”; “The Amazing Spider-Man 2 – il potere di Electro”), il montatore Jeff Groth (“Trafficanti”, “Una notte da leoni III”) e il costumista premio Oscar® Mark Bridges (“Il filo nascosto”, “The Artist”). Musiche di Hildur Guðnadóttir (“Soldado”).

Uscita Cinematografica

Warner Bros. Pictures presenta, in collaborazione con Village Roadshow Pictures e BRON Creative, una produzione Joint Effort, un film di Todd Phillips: “Joker”, arriverà nelle sale italiane a partire dal 3 ottobre 2019 e sarà distribuito in tutto il mondo dalla Warner Bros. Pictures.

Continuate a seguirci, qui su NerdPool.it, per non perdervi le prossime novità legate al mondo DC Comics.

Vi ricordiamo che grazie a NerdPool potrete creare la vostra casella di fumetti presso L’idea che ti manca, non lasciatevi sfuggire questa occasione.

ARGOMENTI CORRELATI

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

4,481FansMi piace
1,560FollowerSegui
196FollowerSegui

Scrivi qui il tuo commento...

I PIÙ VISTI DI OGGI