Star Wars: Ahsoka, ecco i quattro pianeti visti nei primi due episodi

Gli episodi 1 e 2 di Ahsoka presentano un mix di pianeti vecchi e nuovi di Star Wars, portando un senso di familiarità e spingendo il franchise in nuove direzioni.

I primi due episodi di Ahsoka hanno riportato in vita pianeti familiari di Star Wars, introducendone di nuovi. E se pensiamo a dove sono state fatte le riprese, le cose si fanno ancora più interessanti. La trilogia originale di Star Wars è stata girata con un mix di riprese in esterni, set in studio e buona dose di blue screen. La trilogia prequel si è affidata maggiormente al blue screen e agli ambienti creati digitalmente, e Star Wars: Episodio III ha potuto essere girato interamente in studio. The Mandalorian si è spinto oltre, incorporando la tecnologia StageCraft, in cui gli attori si trovano in strutture chiamate volumi in cui le pareti visualizzano immagini generate al computer.

Questo è stato il metodo principale per le riprese di Ahsoka, che ha permesso al team di creare una serie di pianeti di Star Wars con dettagli sorprendenti. La California è stata una location importante per le riprese di Ahsoka, con la maggior parte delle riprese in studio effettuate a Los Angeles. Tuttavia, la serie richiedeva comunque diversi fondali naturali, quindi le riprese in California sono state effettuate a Yucca Valley e Glendale. Il risultato è stato una serie che ha catturato fedelmente l’aspetto dell’universo di Star Wars e ha ricreato luoghi iconici dell’animazione di Star Wars. Negli episodi 1 e 2 di Ahsoka sono presenti quattro pianeti, due già apparsi in precedenza e due mondi nuovi.

Arcana

Ahsoka visita Arcana poco dopo aver affrontato Morgan Elsbeth per cercare la mappa che porta al Grand’Ammiraglio Thrawn. Il pianeta era una roccaforte delle Sorelle della Notte di Dathomir in tempi antichi e molte delle loro strutture erano ancora intatte. Finora, le Sorelle della Notte sono state confinate su Dathomir in Star Wars, ma Arcana suggerisce che in un certo momento erano una civiltà ben più vasta. Questo spiegherebbe come un’umana come Morgan possa essere una Sorella della Notte, dato che le donne di Dathomir sono molto più pallide e con tatuaggi neri sul viso. Le complesse strutture sotterranee rivelano anche un lato meno magico delle Sorelle della Notte.

Lothal

Ahsoka porta finalmente in live-action Lothal, il pianeta natale di Ezra Bridger e un’ambientazione importante nella serie animata Star Wars Rebels. Nonostante il suo aspetto semplice, Lothal ha una storia ricca e molto significativa nella linea temporale di Star Wars, in quanto ospita un tempio Jedi che Ezra e il suo maestro, Kanan Jarrus, hanno visitato in diverse occasioni. Il tempio conteneva murales delle divinità della Forza di Mortis, ma soprattutto fungeva da porta d’accesso al Mondo tra i Mondi. Lothal fu uno dei primi pianeti a respingere l’Impero prima che l’Alleanza Ribelle ottenesse la sua prima vittoria, grazie a Ezra e all’equipaggio Ghost.

Seatos

Un mondo oscuro con oceani, superfici rocciose e foreste rosse, Seatos era un tempo abitato da “un antico popolo proveniente da una galassia lontana”. Questa misteriosa civiltà ha lasciato un meccanismo alimentato da una mappa stellare che ha rivelato la Via di Peridea, in grado di guidare i viaggiatori verso altre galassie. La lingua identificata nei titoli di coda di Ahsoka suggerisce un collegamento con gli antichi Sith, mentre alcune immagini sembrano rappresentare il purrgil che ha portato Ezra e Thrawn nell’iperspazio. Chiunque fossero queste persone, la loro storia su Seatos probabilmente riscriverà la linea temporale di Star Wars e aprirà nuove possibilità narrative per il franchise.

Corellia

Un mondo pieno di industrie, Corellia un tempo costruiva Star Destroyer per la Marina Imperiale, ma passò a ridistribuire parti per la flotta di difesa della Nuova Repubblica. Purtroppo, molti dei suoi cittadini sono rimasti fedeli all’Impero dopo il suo crollo e hanno lavorato segretamente per fornire componenti navali ai progetti imperiali. Questo rende la storia di Han Solo ancora più tragica, poiché Corellia era il suo mondo natale, che ha sofferto molto durante l’occupazione imperiale. Scoprire che la sua gente era ancora fedele all’Impero contro cui aveva combattuto avrebbe probabilmente devastato Han, soprattutto perché la presa dell’Impero su Corellia costringeva i bambini come lui a unirsi alle bande per sopravvivere.

Corellia rappresenta ora un problema diffuso della Nuova Repubblica che i restanti episodi di Ahsoka potrebbero affrontare. L’episodio 2 ha confermato che gli ex Imperiali occupano ancora posizioni di potere a tutti i livelli del governo della Nuova Repubblica, come già accennato nella terza stagione di The Mandalorian. Ciò prefigura l’ascesa finale del Primo Ordine, che aveva spie nel Senato della Nuova Repubblica molto prima di lanciare la sua invasione galattica. Corellia è ora cruciale per il passato, il presente e il futuro di Star Wars, e solo il tempo ci dirà quale altro ruolo giocherà il pianeta per Ahsoka e il resto del Mandoverse.

LEGGI ANCHE:

Cosa pensate? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguirci per non perdervi tutti gli approfondimenti legati a Star Wars! E non dimenticate di iscrivervi al nostro gruppo Facebook dedicato alle serie tv e al cinema e alla galassia lontana lontana di Star Wars.

FONTESR

CORRELATI